Tecnico in accoglienza per rifugiati richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale (Percorso Aula e Stage)

Il Tecnico in accoglienza per rifugiati richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, opera prevalentemente in centri di accoglienza occupandosi di attività di supporto ai beneficiari in materia di richiesta d’asilo, orientamento sul territorio, prevenzione e gestione del conflitto, educazione interculturale, creazione di una rete territoriale, coordinamento dell’equipe di lavoro

Assistente familiare (Percorso Aula e Stage)

Ai sensi della legge regionale n. 28 del 10 ottobre 2007 per attività di assistenza familiare si intende il lavoro di cura e aiuto prestato a domicilio da persone singole, non in rapporto di parentela con l’assistito, anche straniere, a favore di persone anziane o diversamente abili in situazione di non autosufficienza, a rischio di istituzionalizzazione. L’assistente familiare si prende cura della persona non autosufficiente, sia essa anziana, disabile o portatrice di patologie invalidanti, anche a sostegno dei familiari, contribuendo a sostenere e promuoverne l’autonomia e il benessere psico-fisico in funzione dei bisogni della persona e del suo contesto di riferimento. L’assistente familiare svolge attività di assistenza, collegate alla vita quotidiana; esse consistono nella cura dell’igiene personale e nel riordino e pulizia dell’abitazione. Nello svolgimento delle proprie attività, l’assistente familiare si relaziona ordinariamente anche con la rete dei servizi socio-sanitari territoriali coinvolti

Animatore Sociale ( Percorso Aula e Stage)

L’animatore sociale si occupa si analisi dei bisogni, progettazione, organizzazione, promozione e gestione di interventi finalizzati a promuovere lo sviluppo delle potenzialità delle persone mediante attività di carattere educativo, culturale e ricreativo che attivino processi di partecipazione sociale nonché di prevenzione della marginalità e della devianza.

Operatore di nido familiare (Percorso Aula e Stage)

E’ operatore di nido familiare colei/colui che accoglie uno o più bambini, secondo gli standard organizzativi adottati dalla Regione Umbria ai fini dell’autorizzazione comunale al funzionamento, in età compresa tra i tre mesi e i tre anni, presso il proprio domicilio. L’attività dell’operatore di nido familiare è finalizzata a favorire – in accordo con la famiglia e in collaborazione con i servizi socio-educativi di riferimento – la crescita, la socializzazione, l’autonomia e lo sviluppo dei bambini nel rispetto dei tempi individuali. L’operatore di nido familiare garantisce inoltre l’adeguatezza degli ambienti alle esigenze dei bambini in termini di allestimento, igiene e sicurezza.

EDUCATORE ANIMATORE – Ex L.R. 30/2005, art. 17 comma 5 ( percorso aula e stage)

Ai sensi della legge regionale n. 30/2005, è Educatore Animatore colei/colui che accoglie uno o più bambini, in età compresa fra i dodici mesi ed i sei anni, in luoghi appositamente attrezzati (spazi gioco, centri ricreativi) svolgendo attività di animazione ludiche e ricreative finalizzate a favorire la socializzazione, lo sviluppo delle capacità creative, lo sviluppo delle potenzialità di crescita del bambino, nel rispetto dei tempi individuali.